Italiano  English

Ristorante La Casa Dei Capitani
Ristorante Pesce Genova - Terrazza sul Mare



foto ricetta ristorante pesce genova foto ricetta ristorante pesce genova foto ricetta ristorante pesce genova

La Casa dei Capitani

C’era una volta una fortezza che proteggeva gli abitanti di Quinto dalle incursioni dei pirati...
Nel 1900 quell’antico fortino divenne il circolo dei Capitani Marittimi e tra racconti di vita marinaresca e giochi di carte si arrivò fino al nostro secolo.
Oggi, la Casa dei Capitani è un ristorante tra i pochi a Genova in cui il pesce è protagonista assoluto.
La bella casetta rosa a due piani si affaccia con le sue sale da pranzo sulla grande terrazza, ideale per gustare all’aperto, in un’atmosfera romantica e rilassante le specialità della cucina, durante la bella stagione.
Il menu del nostro ristorante segue la stagionalità del mercato del pesce e degli altri ingredienti.
In uno dei luoghi più suggestivi di Genova, Vi accoglieremo per offrirvi ciò che sappiamo fare meglio.

 

Il soufflè al cioccolato

specialità della casa dei capitani Il soufflè al cioccolato cotto al momento è un classico per tutte le stagioni.
Cotto al momento richiede qualche minuto di attesa che si farà perdonare portando con sé, un bicchiere di zibibbo fresco ed uno di crema inglese alla vaniglia.
Facendo un buchino sulla cupola si sentirà arrivare tutto il profumo del cioccolato e si potrà far colare dentro la crema fredda alla vaniglia.
Lo zibibbo si sorseggia a piacere.

Astice alla piastra con verdure

Versione declinata sulla verdura di stagione del più classico crostaceo alla catalana.
Lʼastice viene prima cotto al vapore e poi appoggiato sulla piastra a terminare la sua cotturae ad arricchirsi del sapore amarognolo dato dalla grigliatura.
A parte si condiscono le verdure con abbondante olio extravergine, aceto di vino bianco, sale e pepe.
Le verdure fresche, ben fredde e tagliate sottili si posizionano sul piatto accanto allʼastice bello caldo e profumato.

Spaghettoni con il tonno rosso

Spaghetti di spessore simili a quello dei bucatini, in cui la farina di semola e mescolata a quella di grano saraceno.
Il sapore risulta un poco più rustico e la consistenza molto soda.
La porosità della pasta la rende adeguata ad assorbire bene il condimento di pomodoro fresco.
Il tonno viene tagliato a pezzettini irregolari ed aggiunto alla pasta una volta cotta e fatta saltare in padella con il sughetto di pomodoro.
Basterà il calore degli spaghetti in padella a far cuocere appena il tonno che deve in effetti rimanere morbido e succoso.